EcoMezzo 2017 e rifiuti agricoli 2018

Si tratta di due novità importanti, sia da punto di vista operativo che di tutela da eventuali contenzioni per la raccolta rifiuti, nel quadro di una normativa che fuori dal contesto del servizio pubblico, risulta onerosa e complessa. E’ importante quindi sfruttare entrambe le opportunità offerte, aderendo alla proroga e – ove conveniente – ricorrere al conferimento tramite piattaforma mobile di raccolta (Ecomezzo).

Servizio raccolta rifiuti agricoli. Riattivazione EcoMezzo  a partire dal 3 ottobre 2017

Riattivazione per tutte le aziende convenzionate con Contarina, del servizio per la raccolta dei rifiuti agricoli tramite EcoMezzo. Il servizio già in passato ha raccolto ampio consenso tra le aziende agricole, rispondendo in particolare alle esigenze delle imprese di piccole dimensioni.

Il servizio si svolge dalle ore 8.00 alle ore 12.00 con accettazione garantita fino alle ore 11.30,  presso qualsiasi fermata dei Comuni come specificato nella lettera allegata “Calendario Ecomezzo”.
La raccolta dei rifiuti tramite EcoMezzo è un servizio riservato alle aziende agricole convenzionate che al momento della consegna dovranno esibire
– tessera identificativa personale ECOCARD
– dichiarazione del codice CER del rifiuto consegnato e delle sue eventuali classi di pericolo sottoscritta dal titolare o dal legale rappresentate dell’azienda agricola, con allegata una copia del documento d’identità valido del firmatario.
Il modulo da utilizzare per tale dichiarazione è disponibile anche sul sito www.contarina.it
Senza tale documentazione compilata per ogni consegna non è possibile accedere al servizio di raccolta.
E’ necessario rispettare le modalità di imballaggio comunicate da Contarina; il conferimento all’EcoMezzo deve comunque avvenire in sacchi trasparenti per i rifiuti solidi, in taniche per l’olio minerale e va riportato il numero di Ecocard anche sull’imballaggio utilizzato per la consegna del rifiuto.
Limitazioni:
– quantitativo massimo trasportabile: 30 kg o 30 litri al giorno e 100 kg o 100 litri all’anno
– numero massimo di conferimenti: 4 all’anno
– non sono accettate le seguenti tipologie di rifiuti:

  • Rifiuti a rischio infettivo CER 180202*
  • Materiali Isolanti C.E.R. 170604
  • Olio vegetale C.E.R. 200125
  • Inerti C.E.R. 170904
  • RAEE – apparecchiature elettriche C.E.R. 160211*-160213*-160214

Proposta di proroga della convenzione per il servizio pubblico di gestione dei rifiuti

La Contarina invierà a tutte le aziende convenzionate una comunicazione con la proposta di prolungamento del servizio per un altro anno

La proposta di proroga della convenzione in essere si è resa necessaria in attesa della definizione del nuovo accordo quadro per la gestione dei rifiuti speciali, che coinvolge l’Arpav, il Consiglio di Bacino Priula, la Provincia di Treviso e le organizzazioni professionali.
La proroga fino al 31/12/2018 prevede la prosecuzione del servizio fino a questo nuovo termine, secondo le attuali condizioni tecniche ed economiche.
La quota associativa relativa al periodo in questione è stata ricalcolata in ragione della durata della proroga (un anno anziché tre) e, dunque, fissata in un terzo della quota originaria (€ 40 + Iva).
Sottolineiamo che le aziende interessate alla proroga dovranno restituire la lettera ricevuta ai recapiti indicati nella comunicazione stessa, dopo averla sottoscritta per accettazione.

Allegati