Antimafia: obbligo di comunicazione al Prefetto

L’art. 86, comma 3 del d.lgs. 6 settembre 2011 n. 159 impone ai legali rappresentanti degli organismi societari, nel termine di trenta giorni dall’intervenuta modificazione dell’assetto societario o gestionale dell’impresa, di trasmettere al Prefetto che ha rilasciato l’informazione antimafia copia degli atti dai quali risulta l’intervenuta modificazione relativamente ai soggetti destinatari di verifiche antimafia di cui all’articolo 85: il successivo comma 4 punisce la violazione del suddetto onere con la sanzione amministrativa pecuniaria da 20.000 euro a 60.00 euro.

Nel precisare che l’obbligo in esame non può considerarsi adempiuto con la sola comunicazione di tali variazioni al Registro Imprese e/o alla stazione appaltante che ha acquisito la succitata informazione antimafia, si invita a sensibilizzare le imprese interessate al puntuale rispetto della norma in questione, anche in relazione al non trascurabile ammontare delle sanzioni pecuniarie previste in caso di inosservanza.

Interruzione dei collegamenti telefonici

 

INFORMIAMO GLI ASSOCIATI CHE, A CAUSA DI LAVORI SULLA RETE ELETTRICA

PREVISTI PER LA MATTINA DEL 4 SETTEMBRE 2018

I COLLEGAMENTI TELEFONICI CON  LA SEDE CENTRALE DI CONFAGRICOLTURA TREVISO

POTREBBERO NON ESSERE FUNZIONANTI.

Ci scusiamo per il disagio