Campagna assicurativa: piano di gestione dei rischi 2019

È stato approvato il “Piano di Gestione dei Rischi 2019” che sostituisce il vecchio Piano assicurativo agricolo nazionale (PAAN). Gran parte delle regole e delle condizioni in materia di sostegno pubblico all’assicurazione in agricoltura sono rimaste invariate, ma vi sono alcune importanti novità.

Le prime riguardano i fondi di mutualizzazione3 contro le avversità atmosferiche, fitopatie e infestazioni parassitarie e i foni di stabilizzazione del reddito aziendale. Riportiamo i punti principali del Piano.

Polizze assicurative

Gli eventi ammissibili all’assicurazione agevolata alle produzioni vegetali rimangono quelli del 2018 e cioè:

  • 3 avversità catastrofali: alluvione, gelo e brina, siccità;
  • 4 avversità di frequenza: eccesso neve, eccesso pioggia, grandine, venti forte:
  • 2 avversità accessorie: colpo di sole e vento caldo, sbalzi termini;

Nelle seguenti combinazioni:

  • “all riscks” (tutti i nove casi)
  • Tutti i rischi catastrofali, a cui associare uno o più avversità di frequenza;
  • Almeno 3 avversità (di frequenza o accessorie);
  • Due avversità di frequenza.

Tutte le combinazioni sono con una contribuzione del 70% con l’eccezione delle polizze sperimentali (ricavo e index based) e di quelle che coprono solo due avversità dove il contributo è del 65% e dei contratti assicurativi sulle strutture aziendali e sullo smaltimento carcasse con contribuzione fino al 50%.
Le scadenze entro cui devono essere sottoscritte le polizze/certificati assicurativi sono:

  1. 31 maggio per le colture a ciclo autunno primaverile;
  2. 31 maggio per quelle permanenti;
  3. 30 giugno per quelle a ciclo primaverile;
  4. 15 luglio per le colture a ciclo estivo, di secondo raccolto, trapiantate;
  5. 31 ottobre per le colture a ciclo autunno invernale, colture vivaistiche, strutture aziendali e allevamenti;
  6. Per le colture di cui ai punti c) e d), seminate o trapiantate successivamente alle scadenze indicate, entro la scadenza successiva.

Fondi di mutualizzazione

La più importante novità è la regolamentazione degli interventi a favore dei fondi di mutualizzazione contro le avversità atmosferiche, fitopatie, infestazioni parassitarie e epizoozie, prevedendo cosi l’attivazione della Sottomisura 17.2 prevista dal PSRN – Gestione dei rischi e avvio dell’erogazione della relativa contribuzione a favore di questo strumento.
Le garanzie nelle varie combinazioni, che possono essere coperte dal fondo (avversità, fitopatie e epizoozie), sono le stesse previste per le assicurazioni agevolate, così come gran parte delle condizioni e dei termini temporali di sottoscrizione delle coperture mutualistiche sono i medesimi previsti in materia assicurativa.

Fondi per la stabilizzazione del reddito

L’altra importante innovazione, che sarà avviata solo in via sperimentale, riguarda la regolamentazione degli aiuti ai fondi per la stabilizzazione del reddito – IST unicamente per questi settori: frumento duro, olivicoltura, ortofrutticoltura, latte bovino, avicoltura.

VITE: IL FUTURO È RESISTENTE?

CONVEGNO

LUNEDÌ 18 FEBBRAIO 2019
VILLA LUISA FRANCESCA
VIA G. FIORONE – MONTEBELLUNA (TV)

click QUI per maggiori informazioni